CURRICULUM VITAE del GENERALE C.S.A.r.n. ARISTIDE LOMBARDI


Nato a Salerno il 7 luglio 1950, dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica, nel 1968, a Roma presso il Liceo Cavour, si iscrive, nello stesso anno, alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze, in qualità di Allievo dell’Accademia Militare di Sanità Interforze Nucleo Aeronautica.

Nel 1975 si laurea in medicina e chirurgia e, come Ufficiale Medico, ha ricoperto i vari incarichi previsti per i gradi, come capo reparto dell’Istituto Medico-Legale, direttore dell’Istituto Medico-Legale, presidente della Commissione Sanitaria d’Appello, direttore della Scuola Militare di Sanità.

Nel 1980 consegue la prima specializzazione in “Malattie dell’apparato cardiovascolare” presso l’Università degli studi di Catania.

Nel 1985 consegue la seconda specializzazione in “Cardioangiochirurgia” presso l’Università “la Sapienza” di Roma.

Nell’anno accademico 1985/86, come ufficiale medico, frequenta il Corso Superiore di Scuola di Guerra Aerea di Firenze.

Dal 1989 al 1991 presta servizio presso il Servizio Emergenza Medica del Quirinale, a disposizione del Presidente della Repubblica.

Nell’anno accademico 1995/96 frequenta il Corso I.A.S.D. del Centro Alti Studi della Difesa.

Dal 1997 al 2007 è professore incaricato presso la Scuola di Specializzazione in Medicina Aeronautica e Spaziale della facoltà di Medicina della Università “la Sapienza “ di Roma.

Nel 2003, con il grado di Brigadier Generale, partecipa alla missione “Antica Babilonia” in Iraq e, per l’attività svolta, è decorato con la Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare di Italia dal Presidente Ciampi.

Nell’anno accademico 2003/2004 è vice direttore del corso di laurea in Scienze Infermieristiche organizzato in collaborazione tra l’Università “la Sapienza” di Roma e l’Aeronautica Militare.

Dallo stesso anno è professore incaricato di cardiologia presso lo stesso corso di laurea.

Nel dicembre del 2005, per il disastro dello nell’oceano indiano, è nominato capo missione per il rischieramento a Colombo di un ospedale da campo interforze, con 50 posti ricovero e pronto ad operare. La missione fu annullata per fattori esterni all’organizzazione militere.

Nei primi mesi del 2006 è indicato come componente del team istruttori NATO a Bagdad, per cooperare alla ricostituzione della sanità irakena; attività non concretizzatasi, a seguito del ritiro delle nostre truppe.

Viene nominato componente del Comitato Tecnico Scientifico Nazionale dell'ONA e nel suo intervento alla conferenza internazionale "Lotta all'amianto: il diritto incontra la scienza" presso la Camera dei Deputati, puntualizza i motivi per i quali l'esposizione all'amianto danneggia il sistema cardiocircolatorio e fa una chiara scelta di campo per la massima tutela della salute umana rispetto all'asbesto dichiarando di condividere i principi di prevenzione primaria, e auspicando la diagnosi precoce delle patologie, e l'indennizzo delle vittime.

 

Dal giorno 8 luglio 2013, con il grado di Generale Ispettore, lascia il servizio in Aeronautica Militare, continuando sia l’attività  didattica sia la libera professione.