Le notizie di luglio 2017

Tieniti informato e intervieni!

Continua l'impegno dell'Osservatorio Nazionale Amianto e dell'Avv. Ezio Bonanni per rappresentare, tutelare e difendere i lavoratori e cittadini esposti e vittime dell'amianto e di altri cancerogeni e dei loro famigliari e per la prevenzione primaria, attraverso il rischio zero. 

In questo archivio sono riportati gli articoli più significativi e le notizie più rilevanti pubblicate nel Notiziario dell'Amianto.  

 

26.07.2017 - Militari: oltre l’amianto, l’uranio impoverito.

La Commissione d’inchiesta del Parlamento tira le somme.

L’ONA pubblica la ‘relazione sull’attività di inchiesta in materia di sicurezza sul lavoro e tutela ambientale nelle Forze Armate’. L'Avv. Ezio Bonanni, presidente nazionale, rende noti i casi di decessi e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano in missioni militari all’estero, nei poligoni di tiro e nei siti di deposito di munizioni.


26.07.2017 - Ospedale di Rieti, una bara di amianto. Deceduto per mesotelioma Nicoletti Mario

Nicoletti Mario, dipendente della ASL di Rieti dal 1979 al 1993, con la mansione di aiuto manutentore – idraulico presso l’ospedale di Rieti, è deceduto per mesotelioma da amianto l’01.03.2016, e ora la figlia Laura ha depositato un

voluminoso dossier e una denuncia con la quale chiede che la Procura della Repubblica di Rieti renda giustizia al genitore deceduto, e ha incarico, come avvocato difensore della parte offesa, l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.


25.07.2017 - Boom di casi di mesotelioma a Rosignano

Fissata per il 07.12.2017 la causa civile promossa da Posarelli Massimiliano.

I dati epidemiologici dell’ONA, più volte esposti nel corso degli anni, trovano conferma. Sette nuovi casi di mesotelioma in 2 anni a Rosignano Solvay. L’incidenza del mesotelioma su base nazionale è

di circa 3 casi ogni 100.000 abitanti: quindi, avendo Rosignano 15.850 abitanti, ne discende che si dovrebbe avere un’incidenza di un caso ogni 7 anni, e invece abbiamo 7 casi in 2 anni: una media superiore a 30 volte quella nazionale.

Soltanto dopo che l’Osservatorio Nazionale Amianto e/o il Sig. Posarelli Massimiliano hanno citato in giudizio la ASL Toscana Nord Ovest innanzi il Tribunale di Pisa è stato avviato un percorso di sorveglianza sanitaria.


25.07.2017 - Ancora incendi Altro rogo presso Castel Fusano.

L’Osservatorio Nazionale Amianto rende noto che si è sviluppato un nuovo rogo all’interno della pineta di Castel Fusano. L’Osservatorio Nazionale Amianto ha già costituito le Guardie Nazionali Ambientali di ONA, al fine di costituire un presidio di sostegno alle attività istituzionali dei vari corpi dello Stato.


24.07.2017 - Prepensionamento amianto.

Ma c’è un termine Emanato il Decreto Poletti, domande entro il 16 settembre. Pensione subito!

Il Ministro Poletti emana Decreto attuativo legge prepensionamento voluta dall'ONA per i lavoratori malati di amianto. Necessario fare la domanda entro il 16 settembre 2017.


23.07.2017 - Bando per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici

C’è tempo fino a venerdì 28 luglio.

Il Notiziario Ona riporta di seguito il bando per la rimozione dell’amianto negli edifici pubblici nella regione Lombardia, con scadenza venerdì 28 luglio.


22.07.2017- Petrolchimici Siracusa: risarcimento danni da amianto

L’ONA continua la sua azione e sostiene l’iniziativa

della Procura

L’Osservatorio Nazionale Amianto, già dal 2009, ha sollevato la problematica della qualità dell’aria e del rischio amianto nel territorio di Priolo Gargallo e Augusta, e ha già depositato una moltitudine di cause civili e istanze di giustizia affinché i nodi venissero al pettine, tutto nell’interesse della salute umana e della salvaguardia dell’ambiente e per dare alla città di Priolo Gargallo una nuova dignità, di riappropriarsi di quelle bellezze paesaggistiche e di quella storia millenaria di civiltà e bellezza.


22.07.2017 - Quel segreto della marina militare Spunta un carteggio riservatissimo, del 1969, nel processo Marina bis

Nel processo Marina Bis che si sta svolgendo a Padova spunta un carteggio risalente al 1969, classificato come riservatissimo. Nel documento c’è la conferma: gli operai morivano di amianto. E più di qualcuno, tra gli alti vertici militari italiani di allora, lo sapeva. E ora trema.


21.07.2017 - Prescrizioni ai petrolchimici di Siracusa

Finalmente dei provvedimenti a tutela dell’ambiente

La mobilitazione dei lavoratori e cittadini esposti e vittime dell’amianto e altri cancerogeni ha avuto un ulteriore risultato: la Procura della Repubblica di Siracusa ha assunto una poderosa iniziativa a tutela della salute pubblica e dell’ambiente, con il sostegno del Giudice delle Indagini Preliminari.


21.07.2017 - Omicidio con fibre di amianto.

Michelangelo Blanco esposto ad amianto e deceduto per mesotelioma

L’amianto, questo assassino, non risparmia nessuno. Ora si ipotizza l’omicidio colposo. È questa la tesi dell’Avv. Ezio Bonanni, non solo di chi ha esposto Michelangelo alle polveri e fibre di amianto, che si sapeva essere cancerogene oltre che fibrogene, ma anche di chi non applica la c.d. Legge Gianni.


21.07.2017 - Il mesotelioma si combatte soprattutto con la prevenzione

Lo dimostra il caso di Antonio Dal Cin, affetto da asbestosi.

La prevenzione imporrebbe di evitare altre esposizioni e con esse future malattie e decessi, ma si sa, siamo in Italia, e allora, dopo aver festeggiato le nozze d’argento della L. 257/1992, siamo ancora lì, fermi al palo, e queste fibre, che ancora vengono respirate e ingerite, continuano a innescare altre patologie.


20.07.2017 - “L’amianto affonda la Marina Militare”.

Risarciti i familiari di un’altra vittima di mesotelioma

Sono più di cento le famiglie assistite dall’Osservatorio Nazionale Amianto, vittime dell’amianto nella Marina Militare e, secondo le stime epidemiologiche dell’associazione, negli ultimi 20 anni sono più di 2000 coloro che sono deceduti a causa del mesotelioma e di tutte le altre patologie asbesto correlate, tra il personale civile e militare della Marina.

Intanto i familiari del militare deceduto hanno ottenuto un primo risarcimento di circa 225.000,00 euro, in seguito al riconoscimento di vittima del dovere, e la liquidazione dell’assegno vitalizio e dello speciale assegno vitalizio.


19.07.2017 - L’amianto in Italia

Il sottosegretario di Stato, Davide Faraone, incontra la delegazione dell’ONA.

Una delegazione ONA, composta dall’Avv. Ezio Bonanni, Presidente Nazionale, dall’On.le Pippo

Gianni, Componente del Comitato Tecnico Scientifico ONA, dal Sig. Calogero Vicario, coordinatore ONA Sicilia e Calogero Frisenda, ONA Sicilia, è stata ricevuta ieri al Ministero della Salute dal sottosegretario di Stato, On.le Davide Faraone. Il sottosegretario ha ascoltato le istanze dell'ONA e ha invitato l'associazione a presentare una proposta organica.


18.07.2017 - Bonifica Amianto: sempre meno discariche

Sono solo 21 in tutto il Paese Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio Nazionale Amianto, questa sostanza continuerà a mietere vittime per altri 130 anni e le necessarie bonifiche non termineranno prima del 2102. Come siamo arrivati a questi numeri se l’amianto è stato messo al bando ormai 25 anni fa?


17.07.2017 - Il ruggito del leone con asbestosi.

La malattia non ferma Antonio Dal Cin. L’asbestosi pleurica non ha fiaccato il coraggio e la determinazione di Antonio Dal Cin, leone ferito ma non domato che lancia un altro appello affinché le autorità della superiore gerarchia terminino la bonifica delle caserme e degli altri luoghi di vita e di lavoro del personale civile e militare delle forze armate e del comparto sicurezza.


16.07.2017 - "Quel carteggio riservatissimo sulla Marina Militare"

Una serie di atti della Marina Militare, tra i quali il c.d. carteggio “riservatissimo”. La messa al bando dell’amianto nel nostro Paese risale al 1992, ma gli effetti letali della fibra killer erano ben noti alle istituzioni dall’inizio del ‘900.


15.07.2017 - “L’amianto si è preso la mia famiglia”

Il Sig. A.T., assitito dall’Avv. Bonanni, racconta la storia della sua famiglia distrutta dall’amianto.

La testimonianza di un uomo a cui l’amianto ha portato via il padre, il cugino, gli zii e le zie, tutti lavoratori all’interno della stessa ditta. Ora ad essere a rischio è anche la sua salute, quella di sua madre e di sua sorella.


14.07.2017 - L’ONA al Ministero della Salute. Incontro con il sottosegretario di Stato, Davide Faraone, il prossimo martedì.

L'On.le Davide Faraone, sottosegretario del Ministero della Salute, riceverà martedì 18 luglio una delegazione dell'Osservatorio Nazionale Amianto, guidata dall'Avv. Ezio Bonanni, presidente nazionale. Richiesti prepensionamento e risarcimento danni per i lavoratori esposti ad amianto, senza necessità di ricorrere a cause legali. Il prossimo martedì 18 luglio, alle ore 17, la delegazione dell’ONA sarà composta dal presidente, Avv. Ezio Bonanni, dal Sig. Calogero Vicario, coordinatore ONA Sicilia, dal Dott. On.le Pippo Gianni, del coordinamento del Comitato Tecnico-scientifico dell’ONA Nazionale, dal Sig. Calogero Frisenda, ONA Sicilia, dal prof. Pietro Sartorelli, Responsabile Medicina del Lavoro Università di Siena e dalla coordinatrice dei rapporti con la stampa, Dott.ssa Fabrizia Nardecchia.

13.07.2017 - Pensioni Amianto

L’Avv. Ezio Bonanni spiega il percorso in questa Torre di Babele.

I lavoratori che hanno contratto patologie asbesto correlate hanno diritto alla rendita INAIL, ai benefici contributivi per esposizione ad amianto e al risarcimento dei danni e, nel caso di riconoscimento dell’origine professionale dell’asbestosi, mesotelioma e tumore polmonare, si ha diritto all’immediato pensionamento anche se non sono stati raggiunti i limiti di età e l’anzianità contributiva, in seguito all’entrata in vigore dell’art. 1 comma 250 L. 232/16.

L’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, intervistato dalla redazione, spiega come si può dipanare questa intricata matassa costituita da un vero e proprio groviglio normativo, per giungere al prepensionamento, che è un risarcimento solo parziale dei danni subiti per l'esposizione ad amianto. 


12.07.2017 Ancora al palo Gianfranco Giannoni

Il malato di asbestosi tocca il cuore della senatrice Sara Paglini

Anche la Senatrice Sara Paglini, rivolgendosi alla Vice-Presidente del Senato, Rosa Maria Di Giorgi,  ha evidenziato il caso del Sig. Gianfranco Giannoni, esposto ad amianto durante la sua attività lavorativa a Massa, che ha contratto la malattia killer. Giannoni è difeso e assistito dall’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto. “Ammalarsi gravemente nei luoghi di lavoro è una delle ingiustizie più inaccettabili. Vedersi riconosciuta una malattia professionale e non ricevere per tempo i propri diritti è atroce”, ha dichiarato la Senatrice.

“Bene questa iniziativa “, dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, da anni impegnato in questa dura lotta in favore dei più deboli e delle vittime del nostro sbagliato sistema industriale, burocratico e politico che distrugge la vita di intere famiglie.


11.07.2017 - Amianto a Sabaudia

Lettera al Sindaco Antonio Dal Cin, l’ormai noto “leone in divisa” dell’Osservatorio Nazionale Amianto, malato di asbestosi, in quanto cittadino di Sabaudia, ha inviato una lettera al Primo Cittadino di Sabaudia, Avv. Giada Gervasi, affinché intervenga a tutela della salute dei cittadini, preservandoli dai pericoli connessi all’esposizione all’amianto, anche indiretta, così da impedire nuove vittime.

11.07.2017Blitz Sicilia dell’ONA al Muscatello

La nutrita delegazione dell’Osservatorio Nazionale Amianto, coordinamento Sicilia, si è presentata presso l’Ospedale Muscatello di Augusta chiedendo un colloquio al sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, l’On.le Davide Faraone. Un blitz in piena regola quello dell’ONA: Calogero Vicario, Pippo Gianni, Tiziana Blanco e Carmen Perricone, rispettivamente Coordinatore, Portavoce e Corrispondente dell’ONA, hanno sollecitato l’On.le Faraone, perché la Legge Regionale n.10, ideata e predisposta dall’On.le Pippo Gianni, venga applicata.


10.07.2017 - Ancora roghi a Latina

L’Osservatorio Nazionale Amianto si rivolge ancora alle istituzioni richiedendo una maggiore attenzione per la sicurezza e la salubrità dell’ambiente. L’Associazione ha, infatti, chiesto al Sindaco di Latina di poter agire in sinergia, con l’utilizzo delle Guardie Ambientali ONA, a fronte dei numerosi incendi che in questi giorni stanno interessando la provincia di Latina.

10.07.2017 - L’ONA si rafforza in Sicilia.

Carmen Perricone e Tiziana Blanco entrano a far parte dell'ONA Sicilia.

L'Avv. Ezio Bonanni prosegue il suo impegno al fianco delle vittime dell'amianto. Molto presto un'azione collettiva per almeno 1000 di loro. Verrà citata anche la Regione Sicilia per chiedere il risarcimento danni.


09.07.2017 - Sicilia: strage di lavoratori.

Reportage dalla Sicilia.

La storia di Calogero Vicario, coordinatore ONA, come quella di circa 25 mila lavoratori di Priolo Gargallo e Siracusa contaminati da amianto, alcune migliaia come Calogero malati di amianto, altri che lo possono essere nei prossimi anni, e migliaia di morti.


08.07.2017 - Marina bis: risarcito militare deceduto

Morì di cancro al polmone, tumore provocato dall’amianto, il sottufficiale della Marina Militare al quale è stato riconosciuto lo status di ‘Vittima del dovere’ in seguito alla richiesta dell’Avv. Ezio Bonanni e dell’Osservatorio Nazionale Amianto. Gli eredi ora attendono che sia erogato quanto previsto dalla normativa che riguarda le vittime del dovere, e cioè il riconoscimento di un importo di € 200.000 per la morte e un vitalizio mensile di millecinquecento euro a partire dal decesso, in loro favore.


07.07.2017 - Giustizia per Fabio Fabretti, deceduto per mesotelioma

Il Tribunale di Pavia aveva rigettato il ricorso depositato dall’Avv. Ezio Bonanni.

La sentenza era errata dal punto di vista fattuale e giuridico. E’ lampante che un lavoratore esposto ad amianto, deceduto per mesotelioma, debba ricevere i benefici contributivi.

E’ una sentenza storica quella della Corte di Appello di Milano, perché sconfessa il Tribunale di Pavia, che come detto aveva negato i benefici amianto per esposizione anche a chi, come il Sig. Fabretti Fabio, era deceduto per mesotelioma da amianto riconosciuto dall’INAIL: una palese ingiustizia.


06.07.2017 - Amianto, la storia di Gianfranco Giannoni: ammalato di asbestosi, ma l’Inps non gli dà la pensione. “Mancano i decreti attuativi”.

Il Fatto Quotidiano.it affronta il caso di Gianfranco Giannoni, già assistito dall’Avv. Ezio Bonanni e seguito dall’Osservatorio Nazionale Amianto.


06.07.2017 -  Lavoratori esposti all’amianto, prepensionamenti bloccati da sette mesi perché manca una firma.

L’Avv. Ezio Bonanni, presidente ONA, è intervenuto a sostegno dei 2-3000 lavoratori che, nonostante abbiano respirato amianto per tanti anni, non riescono ad andare in pensione a causa di un difetto sostanziale della Legge.


06.07.2017 - Amianto a scuola!

L’Osservatorio Nazionale Amianto continua a cercare giustizia e l’Avv Ezio Bonanni, Presidente ONA, insieme con l’Avv. Saverio Rossi, una volta venuti a conoscenza della demolizione dell’Istituto, prevista entro l’estate, lo scorso 5 giugno, ha presentato un’apposita istanza per essere autorizzati a compiere delle indagini difensive, che mirano ad acquisire elementi oggettivi circa i livelli di aerodispersione e quindi dell’entità del rischio.


05.07.2017 - Legge amianto: ancora inapplicata.

Oggi, 5 luglio 2017, l’Osservatorio Nazionale Amianto è ancora in trincea e chiede al presidente della Regione, On.le Nicola Zingaretti, le ragioni per le quali a tutt’oggi tutte le leggi regionali e in particolare le norme di cui all’art. 1, commi da 140 a 148, Legge Regionale 17/2016 siano rimaste inattuate.


 05.07.2017 - Amianto: chiude la Chiesa di Siracusa.

Amianto nella chiesa di San Paolo Apostolo, in Ortigia. Secondo quanto riportato dalle testate siciliane è stata disposta la chiusura, fortemente voluta dal parroco, don Rosario Lo Bello, almeno finché non si provvederà alla rimozione delle lastre in amianto presenti in uno stabile limitrofo.


04.07.2017 - Amianto a Taranto: i numeri della strage

L’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, durante la presentazione a Roma della conferenza stampa, dal titolo “Italia: la Repubblica dell’Amianto”, ha riservato uno spazio particolare alla realtà di Taranto.


03.07.2017 - Italia: la Repubblica dell’amianto.

Presentato il Secondo Rapporto Mesoteliomi e le novità sulla ricerca per la cura del mesotelioma.

I nuovi dati epidemiologici dell’Osservatorio Nazionale Amianto sono stati diffusi dall’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’ONA, nel corso della conferenza stampa “Italia: la Repubblica dell’Amianto”.

“Di amianto si continua, e purtroppo, si continuerà a morire per i prossimi 130 anni, considerando che, anche con le più rosee aspettative, le bonifiche non finiranno prima di 85 anni. Ecco perché occorre bonificare al più presto i 40.000.000 di tonnellate contenenti amianto che sono disseminate nell’intero nostro territorio nazionale”, dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.

I nuovi dati shock confermano che questo killer provoca ogni anno non meno di 6000 morti l’anno, per mesotelioma, cancro ai polmoni, alla faringe, alla laringe, allo stomaco, al fegato, all’esofago, al colon, al retto e alle ovaie, per non parlare dell’asbestosi con le sue complicazioni cardiocircolatorie, e questo per fermarci alle sole malattie per le quali c’è totale unanimità scientifica.


02.07.2017 - Conferenza Stampa ONA Onlus “Italia: la Repubblica dell’amianto”.

Lunedì, 3 luglio, alle ore 15.30, presso la Sala del Carroccio a Roma - Presentazione Secondo Rapporto Mesoteliomi e novità per la cura del mesotelioma.

L’Osservatorio Nazionale Amianto ha il piacere di invitarLa alla conferenza stampa “Italia: la Repubblica dell’Amianto”, che si terrà lunedì 03.07.2017, alle ore 15:30, in Roma, presso la Sala del Carroccio, Piazza del Campidoglio.


01.07.2017 - Ci mobilitiamo anche in Sardegna. “Sostieni l’ONA”, dichiara l’Avv. Ezio Bonanni.

L’associazione è operativa in questi territori già dal 2009 ed ha denunciato la desertificazione industriale di cui sono rimasti vittime questi lavoratori, l’assenza di efficace sorveglianza sanitaria, ed una certa volontà di non applicare le norme sul prepensionamento.


01.07.2017 - Amianto, da rifiuto a risorsa.  L’idea di Microwaste: trasformare l’amianto in materiale edile. Intervista a Fabio Desilvestri, Amministratore delegato di Microwaste e volontario ONA.

L’Osservatorio Nazionale Amianto vuole segnalare questa iniziativa nel campo della bonifica dall’amianto, da parte della Microwaste S.r.l., società che sviluppa macchinari innovativi per il trattamento dei rifiuti. Si tratta di una start up di I3P, l’incubatore universitario italiano di Torino, attualmente in fase di sperimentazione industriale e non ancora commerciale, che si concentra sui rifiuti contenenti amianto trasformandoli in un materiale sicuro. Questa nuova realtà nasce da un’idea di Fabio Desilvestri, 34enne, componente del Comitato Tecnico Scientifico ONA dal 2015, per risolvere il problema dei rifiuti contenenti amianto, in modo ecologico.