Le Procure si svegliano!

Finalmente anche la Procura della Repubblica di Latina chiede il rinvio a giudizio dei vertici americani della Goodyear, per il reato di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose, accogliendo così le richieste della nostra associazione e dei familiari delle vittime, assistiti dall'Avv. Ezio Bonanni.

Così il GIP di Pisa accoglie l'opposizione alla richiesta di archiviazione e dispone la prosecuzione delle indagini con l'iscrizione nel registro degli indagati degli amministratori dell'ENEL e delle società che hanno svolto la loro attività nel sito di Larderello, e molti altri procedimenti penali si apprestano a venire alla luce.


E' di questa mattina la notificazione della fissazione dell'udienza preliminare da parte del GIP del Tribunale di Trieste, in ordine alla richiesta di rinvio a giudizio formulata a carico del direttore del servizio igiene urbana del Comune di Trieste, anche in questi ultimi due casi per il reato di omicidio colposo, e con l'accoglimento delle richieste dell'Avv. Ezio Bonanni.
Viene così confermata la bontà delle argomentazioni giuridiche, e la fondatezza delle indagini difensive che le parti offese hanno condotto con l'Avv. Ezio Bonanni, con la raccolta di centinaia di documenti, atti, resoconti, etc..
Un nuovo percorso di lotta di apre dunque oltre ogni strumentalizzazione ed ogni negazionismo!
La nostra associazione, unitamente alle altre, ed alla Associazione Finanzieri Democratici, è in prima linea, con l'Avv. Ezio Bonanni, per rendere giustizia alle vittime dell'amianto.
Saluti.

 

Roma, 14.09.2010

 

Sig. Aldo Guerrera
Presidente Osservatorio Nazionale Amianto

Download
Il comunicato in formato Word
14-09-2010 ONA - Comunicato.docx
Documento Microsoft Word 289.7 KB